Ugo, il meticcio in cerca di una nuova famiglia

Il suo padrone non lo ha voluto più e lui è finito in una gabbia, amorevolmente sfamato e coccolato dai volontari di un rifugio, che sono riusciti a sottrarlo al trasporto in un canile, ma sperano sempre  nel buon cuore di una nuova famiglia che lo adotti.

Ugo

E’ la storia di Ugo, un meticcio di circa un anno molto conosciuto a Pozzuoli, specie nella zona delle Palazzine, dove risiedeva e da dove amava spostarsi in numerosi luoghi della città prima di rincasare nella propria dimora.

Ugo, da chiunque lo abbia incontrato sul proprio cammino, è stato sempre considerato un animale randagio o smarrito, anche perché il suo proprietario non gli ha mai impedito di gironzolare ovunque, sostenendo che i cani dovessero essere lasciati liberi.

Solo che, a furia di apparire un animale abbandonato, Ugo un bel giorno è stato fatto accalappiare, nei pressi del rione Toiano.

Ed ha perso la sua libertà.

Anche perché, come sostengono i volontari che se ne stanno prendendo cura, il suo proprietario, contattato per la restituzione dell’animale grazie a chi era a conoscenza della vera storia di Ugo, non ha manifestato alcuna intenzione di riprenderselo e riportarlo a casa.

L’appello lanciato da Loredana Avallone su Facebook

“Ugo è un cagnolino dolcissimo, un cagnolino giovanissimo e di piccola taglia, dal manto vellutato e gli occhietti dolci, è abituato a giocare con gli altri cani e va d’accordo con tutti – ci scrive Loredana Avallone, volontaria animalista che ha lanciato l’appello su Facebook  – Gliela troviamo una famiglia degna del suo amore? Ugo  si trova in provincia di Napoli ma per una buona adozione può arrivare anche in centro e nord Italia con visita di preaffido e firma del modulo di adozione”.

Chiunque volesse adottare Ugo può inviare una mail all’indirizzo di posta elettronica anna88n@hotmail.it oppure telefonare ad Adele al numero 328/826.92.24.

Commenti