Antonio Dell'Annunziata e Carmine Ennio, i due dirigenti dimissionari insieme con la cordata di imprenditori

La cordata che doveva rilanciare la Puteolana 1902 si è dissolta in 96 ore.

E’ questo l’inverosimile (e ancora ammantato di giallo) risultato di quanto accaduto nella serata appena trascorsa.

Un susseguirsi di comunicati stampa di “disimpegno” dalle sorti del club proprio nel momento in cui stava prendendo forma la nuova squadra granata, dopo gli ingaggi di mister Sergio La Cava, del difensore Mario Terracciano, dell’attaccante Umberto Varriale e del portiere Salvatore Navarra.

Il drammatico dietrofront si consuma attraverso Facebook, sulla fan page della società.

La prima doccia fredda arriva alle 19.03 con le dimissioni del direttore generale Antonio Dell’Annunziata a causa di “offese sui social” e di un “increscioso episodio accaduto nella notte”, episodio di cui non è stata tuttavia chiarita la portata.

Trascorre mezz’ora e, alle 19.33, si defila ufficialmente, sempre dalla stessa pagina Fb, anche l’imprenditore Carmine Morelli, componente la cordata che avrebbe dovuto finanziare la stagione che sta per iniziare.  Pure Morelli fa riferimento a quanto sarebbe accaduto a Dell’Annunziata  ma aggiunge un riferimento all’ingaggio del calciatore Mario Terracciano, per il quale evidentemente c’erano stati dei problemi.

Infine, alle 23.13, ancora con il medesimo mezzo di comunicazione, l’addio del direttore sportivo Carmine Ennio, che scrive esplicitamente di “clima di odio” contro il direttore generale Dell’Annunziata.

La triplice notizia ha scatenato l’amarezza dei tifosi, alcuni dei quali non hanno lesinato insulti ai due aspiranti dirigenti granata, accusandoli sostanzialmente di aver accampato scuse per coprire una presunta incapacità economica di gestire un impegno così oneroso.

Il patron Carmine Franco

Di sasso è rimasto anche Carmine Franco, che mercoledì 26 aveva ceduto il titolo sportivo al tandem Dell’Annunziata-Ennio. In un’intervista al portale CampaniaFootball.com, l’ormai ex presidente granata smentisce la sua “presenza in questo progetto durato pochi giorni” in quanto “una delle mie caratteristiche è di metterci la faccia nel bene e nel male”, rivela di non sapere “chi fossero gli imprenditori” coinvolti nel progetto, sottolineando che “anche per me stasera il nome di Morelli è stata una novità” e annuncia che, nella giornata di oggi, domenica 1 luglio, “ci saranno comunicazioni ufficiali sulla pagina ufficiale Puteolana 1902 che abbiamo sempre utilizzato”.

“Intanto –ha concluso Franco l’unica cosa certa è che non ci saranno più cessioni a scatola chiusa. Avevo accettato per amore di Pozzuoli, adesso chi vuole la Puteolana 1902 deve dimostrarmi coi fatti di poter andare avanti. Attendo una chiamata da imprenditori puteolani perché i tempi sono stretti: riprendo il titolo ma non ci sono le condizioni per continuare”.

 

Commenti