Una clamorosa polemica sta montando nelle ultime ore su Facebook dopo la decisione del Comune di ripulire il canale del lago d’Averno in un periodo dell’anno che sembrerebbe poco propizio per la fauna del luogo.

Ad annunciare l’intervento di bonifica è stato l’assessore all’ambiente, nonché vicesindaco, Fiorella Zabatta, postando sul social la notizia con le foto giusto una settimana fa.

Ma alla notizia data dell’esponente dei Verdi ha fatto seguito un velenosissimo post da parte del METAA, il Movimento Etico per la Tutela dell’Ambiente e degli Aninali Liberi.

“Nel periodo di maggiore riproduzione, nidificazione e cova di tanti animali selvatici – si legge nella nota –  il Comune di Pozzuoli ha deciso di ‘ripulire’ il canale che affluisce al lago d’Averno e che scorre lungo tutta la strada di accesso al lago stesso. Peccato che quelle canne e quei cespugli, che non invadevano affatto la strada, fossero l’habitat ed il rifugio di uccelli, pesci, rospi, animali che in questo periodo di riproduzione hanno maggiormente bisogno di ripararsi e proteggersi da predatori ed altri pericoli. I lavori sono stati eseguiti con macchine potenti e rumorose. Riuscite ad immaginare il terrore che hanno provato quegli animali? Il risultato di questa ‘pulizia’ sono stati: nidi distrutti, esposti ai predatori, abbandonati dalle mamme con le uova ancora da covare, piccoli spaesati che vagano in cerca del loro nido, animali morti per lo spavento…..Insomma, per ripulire il canale dall’ inciviltà dell’ uomo, si è aggiunto danno al danno. Ma la fauna selvatica forse non fa parte dell’ambiente? O esiste un Assessorato all’ambiente parziale, che degli animali non conosce neanche il periodo di riproduzione? Si poteva aspettare per eseguire questo intervento, visto che doveva essere fatto molto prima e non è stato. Gli animali non votano, ma chi ama gli animali sì!”.

In un colpo solo, dunque il METAA ha demolito l’assessore Zabatta e il suo essere rappresentante degli Ambientalisti all’interno dell’Amministrazione.

Non resta dunque che attendere eventuali repliche da parte della diretta interessata.

 

Commenti