Il luogotenente Franco Esposito con Rosa Teresa Restivo al comando vigili di via Luciano per la restituzione del portafoglio smarrito

Critichiamo spesso l’operato dei nostri vigili urbani. Ma va anche detto che il loro lavoro è fatto di tanti piccoli o grandi gesti di onestà, spesso lontano dai riflettori.

Oggi ci piace sottolineare quello compiuto poco fa da Franco Esposito, luogotenente coordinatore della Polizia Municipale puteolana (nella foto), noto a tutti i puteolani per la sua affabilità e signorilità.

Ne ha avuto ampia prova una nostra concittadina, Rosa Teresa Restivo, parrucchiera di 30 anni.

Alla giovane artigiana, dopo aver parcheggiato l’auto e pagato il grattino nella zona del porto, è infatti caduto il portafogli.

All’interno c’erano 350 euro, soldi con cui di lì a poco avrebbe dovuto pagare l’iscrizione ad un corso di aggiornamento professionale.

Rosa è stata fortunata. Sul posto infatti c’era il luogotenente Esposito in servizio di pattugliamento, che ha notato il portafogli per terra, lo ha aperto, ha visionato i documenti e, attraverso il cognome della donna,  si è recato presso un’attività di autodemolizione in via Campana, il cui proprietario è uno  zio della parrucchiera.

Di qui, il contatto con la diretta interessata (che nel frattempo era disperatamente alla ricerca di quanto aveva perso) e la restituzione con tanto di verbale ufficiale.

Rosa ha contattato Pozzuoli21 per ringraziare pubblicamente Esposito, il quale tuttavia ha tenuto a sottolineare di aver compiuto soltanto il proprio dovere.

Il luogotenente ha ragione e fa bene a lanciare questo messaggio.

Ma ciò non toglie la doverosa gratitudine per chi si comporta così.

Perché sappiamo bene che non tutti lo farebbero: dovere civico o compito istituzionale che sia.

Commenti